Il Grido della Neve

  Contemplo, secondi polimorfici Lucerne, per spettri radiotinti in viola antico Quel manto leggero che cela andature velate D’ogni passo raggela nel vento del tempo adulatore ricordo, la finestra: i suoi bagliori grigi nella mattina invernale ed i mobili castagno giù all’entrata Rivedo, ogni semplice momento di quegli occhi sprovveduti Piccoli fiocchi scivolati su volti di lacrime compiacenti tra militanti … Continue reading

Amniotico Stomp

  E’ la voglia di rientrare che ci possiede: quella inesauribile astinenza che ci riporta al grembo Ricominciare è la parola, o soccombere dolcemente nel calore rassicurante d’una carezza elusiva Avere ancora una scelta forse, al gelo noncurante della nascita E stare fermi lì, immateriali: come pura antimateria senza passi né neutroni Banalmente ignavi Attendendo redenzione liquida nell’amniotico stupore Come … Continue reading

Una Piuma a Babilonia

Ostaggi dell’amovibile, snodiamo bellezza in fumi come Sangue Serafino sulle tastiere. E contro il Metatron le proprie virtù. Fuse parole d’arcangeli tra cemento e sodomia Evolute sintassi della povera prosa umana. Dal volo di questa salvazione una piuma ignota a Babilonia cade nuovamente presuntuosa Gemella e traditrice ci confonde [embedplusvideo height=”356″ width=”584″ standard=”http://www.youtube.com/v/EKKo1Q2h9w4?fs=1″ vars=”ytid=EKKo1Q2h9w4&width=584&height=356&start=&stop=&rs=w&hd=0&autoplay=1&react=1&chapters=&notes=” id=”ep5745″ /]

Voi – Noi – Se

Ho visto il dubbio infrangersi sulle braccia di un vecchio clochard Che partorite le sue lacrime, lento trascinava carne lungo i pendii e logorato e scalzo, incatenato all’idea della sua grandezza sepolta con un cartone di vino spento e puzzolente tra le mani; cazzo che dolore quei suoi ultimi sospiri, Come un’intera generazione spoglia, priva dell’elettricità così tanto osannata, strafatta … Continue reading

Omega

In un prolasso di tempo di cui statico è solo Omega una leggera allungatura d’inconsistente meraviglia rifrange colonnati e marmo bianco Vedo lì una foglia adagiarsi senza indugio, lieve Avvizzendo non curante e consapevole conclude   [embedplusvideo height=”356″ width=”584″ standard=”http://www.youtube.com/v/yk5RkjoF1L4?fs=1″ vars=”ytid=yk5RkjoF1L4&width=584&height=356&start=&stop=&rs=w&hd=0&autoplay=1&react=1&chapters=&notes=” id=”ep5626″ /]

Cosa ti rende Felice?

  E su una domanda così semplice e diretta, che ho perso la mia voce non trovo consonanti adatte per riempire i vuoti d’una risposta precisa Potrebbe essere il cielo, che apre le sue volte di sole dietro una tenda nera sconfinata, illuminandomi di mattina poco prima del lavoro Potrebbe essere un sorriso che all’alba rassicura come cenere pulita, dopo … Continue reading

doppler

Ricercando sinergie Concentrici doppler fanno sponda tornando SOLI Dietro il bug l’avulsa via Singolare resta e muore s’un punto nero traditore [embedplusvideo height=”356″ width=”584″ standard=”http://www.youtube.com/v/hMY3HnQ6hJE?fs=1″ vars=”ytid=hMY3HnQ6hJE&width=584&height=356&start=&stop=&rs=w&hd=0&autoplay=1&react=1&chapters=&notes=” id=”ep2649″ /]