Del Destino – Dell’Amore – Dentro un bar

Che poi, dei lustri e degli astri, non m’importa! Tutte le stelle mi stanno dentro il bicchiere in un bar lontano quanto Orione E bellissime rose cadono recise. Occhiate future d’utopia in cubetti che ignorano la loro importanza Non s’imbosca il seme gemello! Come mai s’improvvisa il sentimento agli occhi – Esisto da sempre per te Nella terra o nella … Continue reading

Giovani ed allegri intenti suicidi

Lenzuola sudice, briciole avanzi di pizza sul comodino. Piccole cose accartocciate senza senso sul pavimento Osservo la triste dicotomia di preservativi spenti (fuori funzione – fuori gittata) raccogliendo il resto di me da sopra il comò. Ma non doveva durarmi di più la batteria? Che forse non basta mai il mio acquattare! Benché resti sdraiato tutto assume sempre il peso … Continue reading

Alieni

Intransigente è la sua forma. Il significato che latita ad un battito di mano nel silenzio nascosto d’una caduta d’albero in solitaria dispiega le sue vele ad un passo poco ombroso così chiaro e circolare [Un fluido fluttuare delle faglie come foglie – figlie d’eventi sopra gli stenti] E poi noi: Oh la fatica nei volti! Disegnate fessure ignobili sopra … Continue reading

Di quel che è vero

Di quel che è vero lontano ed inesauribile, onde flesse in trasmigrazione su lucide follie di gruppi sparsi Piccole spore d’effimera armonia come caligine al vento Simili al tragico sinfonico che scintilla nelle valli liturgiche E dei Templi – le guglie Ombre inquiete di porporati caduti a testimonianza del falso Il riscatto che s’attende in brecce episcopali antiche quanto le … Continue reading

Delle mie Ossa

Delle mie ossa adoravo l’odore greve, il loro bianco fumo stantio L’attesa resurrezione nell’ammaino di nervi tesi dietro l’utopia E non avevano strade certe Le ho perdute dietro l’angolo umettando il bordo d’una via. Si lasciavan fascinare loro, ardendo sul brunire cantavan le canzoni di roghi in divenire Delle mie ossa, non ricordo quasi nulla. Solo un sentore di primitivo … Continue reading

Delle Idee (blu anima)

Delle idee spesso sprona il senso labile La diretta avventura di veloci navi prive di scia Il navigare assistito, mano tesa mano – lungo cordoli di schiuma Io – siedo in terra, sdraiato ad un passo dalla folla affondo solo Tra ciottoli lisci, macerati in specchi d’acqua sbecchi Sbirciando curioso nuove strade liquefatte nel Blu

Dadi

Gli aerei s’arresero al cielo e fu come un dolce ricadere oscillando d’emozioni Quelle nuvole, che sembravan leggere risolsero in un Fa ogni acuta vibrazione E le fibre del mio volare lontano, quasi colte nella fragranza d’un reato, scivolarono splendide e fuse di sole Non ricordo il motivo di tale alienazione: ma lo spirito sciolto, senza redini tratte mi cinse … Continue reading

Della Pioggia Sporca

Sotto i ponti, l’Esistenza s’atteggia illustrata nell’acre odor di questi vizi, ch’osservarla mi dilania. Poiché Io, ad un passo solitario dalla fiala, con dita forti detergei ogni libagione con follia E la purezza dei colli, mescolata alla sapienza del cemento fu nemica ai cancelli delle croci, che m’attesero impazienti E’ Così che m’allontanai – con vene tese, ubriache: Tra le … Continue reading

Impronte Certe

Son quelle impronte, certe nei ritorni a casa, madre Quell’amore che s’interpone tra gli infissi della mia agonia, che mi spaventa. Quand’anco un solco in terra galoscia arricchito dal cielo Io resto nudo al vento, flirtando di freddi supplizi e spazi vuoti. E quando ho smesso di volere? Quando la fine è sopraggiunta con una spinta? Lasciando dietro la vita … Continue reading

Onde

Inesorabili. Di pallidi volti di marmo lasciamo una semplice scia. Dolorose spore a stinger colore lungo la via. Come il grigio, fluido: battente sillaba d’ogni cuore a scivolar pacato, dentro le arterie folli d’un sole ostinato Tutti i giorni, d’ogni vertebra scolora la luce nel buio E di qualche solitudine s’odora il languore amaro della salsedine O il fluire morbido … Continue reading

Il gran respiro prima del Balzo

Le luci, non furono più così improvvise E ad ammirar il loro fulgore, si sciolsero gelati e spettatori di lussuriose eutanasie Di quel calore non vi fu spiegazione, solo restò, immobile il tempo, allo scadere d’uno zenit mal gestito. Un tasto rosso premuto con sufficienza cieca E la diocesi Porpora, esultò del suo tripudio, E gli archi delle case si … Continue reading

Attendere

D’autoctone sonorità s’avvolge, il preludio del mattino. In filastrocche solerti a rimediare stelle, pochi istanti dei drappi d’un sogno. Bisbigli leggeri, nel richiamo di celesti punti a dissipare E le pieghe del viso: stanche baruffe con il sole Lemmi carnali delle mie necessità. Un viaggio deluso, contuso al fiorire del giorno. Retrocesso un passo alla volta sulle scale di mondi … Continue reading

Blu Notte

Quale inganno, il gingillar della mente, sulle altrui vicissitudini Dove ogni cosa, sembra eterea ed impossibile. Ma ricordo anch’io, il cielo che sciolto riportava a sera l’ombra sulle rive Ed il freddo d’ogni scomparsa, sullo schermo infinito dell’istante Le Tue mani calde, lasciate ad un passo dal mio che moriva lontano. In quello scempio che ora ripiomba nell’oscurità simile a … Continue reading

La Poesie

Parlerò di te mia Eroina. Ché di fare fuoco e grida, altisonante è lo scopo o mia la religione Ché prostrato e vigile raccolgo ancora sterpi lungo volte di cieli incupiti Che chiuse ed esplose, curve contorte dei miei accigliati steli, non confortano dal gelo al di là della parete E poi, gioie cicliche, carillon esausti in meccaniche concise Lenti, … Continue reading

Le Labbra

Le ho toccate e le ho baciate, lasciandole andare La loro errante bellezza mi frammenta il braccio, che un tempo cinto al collo rimane ora triste ed appeso in attesa di nulla (buffo) Giunto il dispaccio, revoco di slancio ogni pretesa, sviolinando il mio cuore come un becero canarino in picchiata crepo da giusto Non ci sono. Così dicono le … Continue reading

Ideali Vintage

Ho esaurito il passo sopra un giro di punte svilito, in un pentagramma precompilato, che progettavo come sinfonia Ma, le scivolose nenie borghesi, danzano nelle mie notti. Mentre i tacchi della maldicenza riflettono spigoli della comune falsità Inoltrando le tempie sulle pietre passate, mi resta fresco solo l’odore d’antico Ed ogni sporgenza arretra, sul franare d’un ideale che sa di … Continue reading

Risvegli

Ponti, ferro rovente intrecciato lunghe meraviglie asfaltate righe pedonali scivolate bianco nero bianco stanco Occhio aperto e pronto scontro; Taxi clacsonante alza braccia urla, si dimena frastornante E mai, mai un solo bagliore di deserto, per cui valga la pena d’agitarsi: solo rumore, e corse a perdifiato. Mai, mai svegliarsi! Voglio tornare a letto. Voglio sparire tra le tue cosce. … Continue reading

La vittoria

Non ci sono mai abbastanza neon qui. Non ci sono mai abbastanza luci alle porte e alle mie finestre. Resta un volo, l’ultima corsa del fare sentimento poi, tutto sarà perfetto e buio – Ed è così che deraglio, lasciando l’ultima stazione ad un metro dalla porta di casa? Non c’è mai luce nel ventre scuro, solo vertebre flesse in … Continue reading