Magnetar

Dell’oltre, ascolto l’uscio appeso Il Magnetar ch’esplode ad un passo dalla porta Il magnetico richiamo della luce da scoprire – Dell’oltre è solitario il bisbiglio dell’oceano Quel frusciare di marea che m’esorta la speranza, che mi cede lentamente mentre osservo lo spiraglio – A quel mondo ancora vago, in ascolto resto appeso richiedendo nettamente, ai rumori e alle mie nebbie … Continue reading

Cos’è

Cos’è che mi si oppone Cosa riverbera e poi aulisce Dove il calpestare mi turba il fiato Di quel giocare contrito tra spose senza direzione che trapassano eternamente i loro veli innanzi ai miei occhi Quello scivolare simile al pianto delle rose lacrime sulle strade che amammo da sempre per sempre. O quel serbare deiezioni inopportune Immuni ai feroci cumuli … Continue reading

Broken Mind

    Nel pavimento privo d’appoggio paranoie sparigliate tra biglie Come infranto dogma eterno al piano orizzontale Quel paranoico infibulare continuo Tra le cosce della mente di Clitoridi allungati a dismisura Strappati e arrotolati Come riccioli sdoganati dalle arterie del pensiero. [Il sangue che sprimaccia cuscini non è più giustificabile] Nei sogni privi di espedienti e sonnambuli da frigo caldo … Continue reading

Palla di Pelo

C’è sempre qualcosa che sfugge nel proprio silenzio. Come spesso accade, il gozzoviglio di rumore si placa a mo’ di palla di pelo nella notte Ed in quel torbido sapore di nulla Ritrovo la caritatevole indole celata L’estraneo alla porta dei miei umori [nascosto bene] dietro il rigurgito felino C’è sempre da ricadere, mi chiedo nel vuoto di alcune parole … Continue reading

Overture D’Autunno

  Come potrò attendere ancora Come farò ad allungarmi contro vento Se del freddo giubilo di questo autunno raccolgo foglie morte alla porta del mio ‘solo’ tra rigagnoli di luce in dissolvenza O se di terrore rimpasto le antitesi con il futuro come trepidi sodalizi gravidi di nulla Che tanto, tanto hanno esacerbato E mai un respiro sarà nella distensione … Continue reading

Inettitudine

L’inettitudine concepisce speranzosa come un volgere di bandiere al vento Procreando piccoli guitti Licenziosi dogmi di povertà Protesi al passo singolo e alla polvere La lontananza ecumenica del sentimento Financo il digiuno forzoso delle chimere Questi sono gli ortodossi che oggi han rischiarato le tenebre Mugolii d’innanzi al potere di decisioni unanimi, di reali necessità Di spade e trafiggenti feretri … Continue reading

Un Colpo Nero e Frontale

Credo che farò follia Credo che delle notti consumerò l’abisso Mi dicevo, mentre tendevo l’infinito che ora M’è morto in uno sbotto d’auto verniciata Un colpo Nero e frontale Da cui non s’è più ripreso Di quel faro che m’illuse me ne fottei allora La luce non mi interessava tutto sommato E Lucerne e Lampare sono oggi solo gli occhi … Continue reading

Ricordando a.v.m. redent e altri

Vorrei regalarvi un torto che sia profondo almeno quanto le radici dell’inferno, che abbia le fattezze dei miei denti storti e gialli di (s)ogni e sigarette spente al cimitero mentre ti salutavo Andrea, ciao Andrea. Ci sei andato prima di me all’inferno o l’inferno lo hai lasciato a me, come mi hai lasciato vuoto il petto e il banco alla … Continue reading

Se Scopri gli Occhi

Se scopri gli occhi fallo con delicata armonia Crogiolati ancora un po’ prima del lutto che ti attende Se apri i tuoi occhi al mondo fallo asciugandoti al sole cingendoti al petto il suo segreto Compiaciti ancora un po’ [il tanto che basta] di quella bellezza Non ti affrettare non correre respiralo I sogni rotti alla tramontana possono aspettare non … Continue reading

Poeti?

  Se fossimo Noi a sostenere il vacuo delle porte non cercheremmo serrature Poiché il cardine primigenio cigola il suo Vero continuamente Mentre noi edotti alla sua via mal recepiamo. Come spigoli in cerca di linea o curve in cerca di spigoli Serriamo le mani da sordi sperando in una presa inesistente Oh ignoti, ignoti resi celebri nelle chiacchiere Ciarle … Continue reading

Dal Crepuscolo all’Alba

(I) Dove sbatterò la testa [ossuto ballerino logico] Capo di questo mondo Il mio mantra batte moneta tra i pensieri di quel mentre E s’erge malato nel ventre nel branco che sciama che ingurgita chi forse ancora ama Di questi denti cristallo, ciacolando paure Stringendomi tra fauci e giorni e vuoto della misera povertà tutti i volti Dove sbatteremo la … Continue reading

Pa.Ra.

  Mi è capitato, viaggiare sui rami secchi, arrivare ai marci nodi e girare, girarci attorno,- proseguire come un pesce in una trappola a imbuto,- arrivare a far scricchiolare le distali parti del pensiero, tra-ballare sulle fronde  di follia esaltato, e saltato verso le radici, -in profondità,- mi mescolai  alla terra e nutrii vermi finche la salma non li assorbì … Continue reading

Tesa Mano

Incontrerò le tue fatiche tesa mano, fratello invano Ché in quel giardino l’uscio aperto vi ristora nel gioco fresco dei bambini Incontreremo l’illusione amico caro, fratello antico Ché è di perdita l’effusione Il sollazzo drastico dell’infero o il ciclope che ci regna. E parole accorte di curaro d’acuti massi sopra il capo in quel dimettere lo sguardo come colpa e … Continue reading