A Mirta

Sei volata via, suicida gettandoti

nel vuoto dalla Reggia di Caserta.

Sapevi di non avere ali.

Poi ti ricorderò così bruna

e così donna. Sei cometa nascente

in galassie, sei sempre Mirta,

La tua mente azzurra e affilata

il tuo pensiero, anima di Dio,

per altre resurrezioni nell’interanimarti

ancora alla villa al giardino a me.

66 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*