AVVINGHIATI ALLE PIETRE

arrotolati
al chiodo mal riposto

nervi tra ruggine
e sabbia

la coda vi tradisce
all’ombra della sedia

e noi a riparlare
dei rapaci possibili

dei rantoli che corrono

sul rischio della vita in fasce
vista dal picco

noi su gradini cotti nella polvere
ma mai troppo puliti

noi qui a ricorrere
al garbo alla lentezza al fato.

Qui con un cesto
di fiori in mano

vi rivediamo

sulle pietre alla ruggine
di un cielo secco.

Ho le dita intrecciate con le tue
redivivo del seme

e senti cosa
calpestiamo

painting: Roberto Ferri

169 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*