Bella zio

Non sono pronto ad essere brillante

a lucidarmi il gergo: bro, frate, bella zio.

Non ho i prodotti giusti per lavarmi le cellule,

né un gorgo che scende dal lavandino,

né una ferocia che esce da un accendino,

non ho vaniglia né fragranza né coerenza

per nascondere l’olezzo delle mie ali.

Ho ancora un’infezione da accudire

e già accudisco il gonfiore dei tessuti

mentre scavo una buca per il veleno

che produco quando bruco la tua ombra.

210 Visite totali, 2 visite odierne

The following two tabs change content below.

Massimiliano Moresco

Ho iniziato a scrivere poesie nel 2012. Prima non avrei sognato mai di dedicarmi a questa forma di espressione, in quanto preferivo altre forme di comunicazione. Tuttavia, come una specie di folgorazione, dopo aver riletto lo Zarathustra di Nietzsche e il libro Rosso di Jung, ho sentito l'esigenza, direi quasi maieutica, di tirare fuori il mondo sottostante alla coscienza. Quel famoso mondo inconscio, irrazionale, magmatico, il quale se non collocato sotto la luce del sole razionale, rischia di possederti.

Ultimi post di Massimiliano Moresco (vedi tutti)

Autore Massimiliano Moresco

Informazioni su Massimiliano Moresco

Ho iniziato a scrivere poesie nel 2012. Prima non avrei sognato mai di dedicarmi a questa forma di espressione, in quanto preferivo altre forme di comunicazione. Tuttavia, come una specie di folgorazione, dopo aver riletto lo Zarathustra di Nietzsche e il libro Rosso di Jung, ho sentito l'esigenza, direi quasi maieutica, di tirare fuori il mondo sottostante alla coscienza. Quel famoso mondo inconscio, irrazionale, magmatico, il quale se non collocato sotto la luce del sole razionale, rischia di possederti.

Precedente L'oltre Successivo Restiamo qui

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.