Il suono dell’inferno

Questo silenzio. Un silenzio infernale. Da quando sei andata via mamma, non c’è più nulla in questa casa. Non c’è più il pavimento lucido e il tuo zn zn ritmico dello strusciare delle pattine. Ci mettevi due ore ad aprirmi alla porta, zn zn, dlin dlon, zn zn znznzn, acceleravi sempre quando poi bussavo e ti chiamavo da dietro la … Continue reading

Halloween e 30 formiche

Se stiamo qui piangendo Non è per la tristezza Ma per la bellezza del pianto Che ci lucida gli occhi E li fa brillare Tra il fumo e il noise Di locali sotterranei Struggersi Senti come suona Strrrugggerrrsssi Senti come suona Quello stronzo del batterista Senti Senti Senti Ascolta Inventando silenzi Che il volume silenzi lo struggersi E invece il … Continue reading

Respiri

Si respira dell’autunno la puzza di cavolo un odore del cavolo che ti parla di intimi coperti di pile di jazz e luci basse di riprese di romanzi Si respira dal frigo la puzza del formaggio francese l’odore di piedi delle scarpe senza calzini lascia un ricordo di bella stagione e apertitivi di vino bianco e bollicine Si respira da … Continue reading

hei, Siri

Ustione bialterale di terzo grado. “Vaffanculo alla spaghettata” pensò Francesca. Ciondolava per casa sbuffando irrequieta, 6 giorni e ancora nessun segno di ricrescita dei tessuti; ogni mattina a piedi in ospedale a farsi medicare, ogni mattina il dolore e la puzza delle garze intrise di puss. E poi nulla… Hey Siri….. L’unica compagnia che poteva cercare era attraverso i comandi … Continue reading

La rivoluzione non verrà trasmessa su You Porn

Non potrai restartene sul tuo divano non potrai startene a guardare col pacco in mano non potrai perder tempo a scegliere il genere non potrai bloccare i pop up perché la rivoluzione non sarà trasmessa su You Porn La rivoluzione non sarà trasmessa su You Porn e non sarà lo Xanax a confortarti per i tuoi sogni erotici senza interruzioni … Continue reading

si rimane

si rimane si rimane si rimane si rimane nudi nel mezzo in una città affollata senza braccia e cento gambe nell’incrocio degli sguardi che non vedono si rimane nudi e non visti si rimane chiusi in questo spazio infinito e vuoto brulicante di fake rimbomante echi di idee non tue senza voce si rimane chiusi e inascoltati si rimane bersagli … Continue reading

La sua merda

Come si gestisce la rabbia dentro a una poesia come si vomita la rabbia dentro a una poesia restituendo alla carta ignara ogni tua singola ferita percuotendola con la penna fino a bucarla rompendocela dentro la penna come se la carta fosse carne recidere recidere incidere incidere dividere e tirar via il sangue di vipera con l’inchiostro. Accorgersi che questa … Continue reading

Istruzioni

Quanti modi riconosci all’amore E quanti moti Quante forme ne conti E quante ne usi Quante ne vorresti per te E quante ti fanno paura Quanto in quantità Ne riesci a contenere E quanto peso puoi sopportarne L’amore leggero fa crollare i ponti Se innesca risonanze toraciche Quanti sapori riconosci all’amore E quali odori Quale etica e quale perversione Per … Continue reading

Paura Edibile

A volte ho paura di voi Delle vostre maschere empatiche Senza orecchie Dei calzini mai bucati nelle vostre scarpe Della vostra sicumera E il risvolto giusto Della domanda pronta E la risposta asteriscata Che rimanda in nota al margine la citazione Dei virgolettati da sputare in faccia E della cassetta della frutta Sotto i vostri piedi Ho paura dei vostri … Continue reading

Idee e Neve

Come si rimettono a posto le idee Quando il vento di gennaio Prima le spazza via Poi le ricopre di neve? Si conservano meglio. Hai detto. Fu così che quando spuntò il primo sole Lordate di fango le vidi appassire. Aspettai aprile e le efelidi di lenticchie Messe a germogliare sul sepolcro Dell’uomo che per le sue idee Muore