Francesca Del Moro | DerivAzioni poetiche

DerivAzioni poetiche | piccola rubrica di poesia contemporanea Quando penso alla poesia contemporanea, immagino l’acqua. Un piccolo ruscello d’acqua interminabile. E quando immagino, apro l’orizzonte e annullo il tempo, o almeno mi convinco di farlo. Ché poi il tempo non esiste, ma questa è un’altra storia. La poesia contemporanea invece è già la nostra storia, possiamo leggerla e ascoltarla, conoscerne gli … Continue reading

Salvatore Sblando | DerivAzioni poetiche

DerivAzioni poetiche | piccola rubrica di poesia contemporanea Quando penso alla poesia contemporanea, immagino l’acqua. Un piccolo ruscello d’acqua interminabile. E quando immagino, apro l’orizzonte e annullo il tempo, o almeno mi convinco di farlo. Ché poi il tempo non esiste, ma questa è un’altra storia. La poesia contemporanea invece è già la nostra storia, possiamo leggerla e ascoltarla, conoscerne gli … Continue reading

Leo Ferré | Alla scuola della poesia, non si impara: ci si batte!

Alla scuola della poesia di Leo Ferré La poesia moderna non canta più… striscia. Però ha il privilegio della distinzione… non frequenta le parole malfamate, anzi le ignora. Si prendono le parole con le pinze: a “mestruale” si preferisce “periodico”, e si ripetono dei termini medici che non dovrebbero uscire dai laboratori o dai trattati di medicina. Lo snobismo scolastico … Continue reading

Dicono che ognuno sia il frutto del suo fare

Dicono che ognuno sia il frutto del suo fare di tutte quelle assenze estese ai fianchi sull’inasprirsi delle ore e dei vestiti in quell’agire buio attorno agli angoli del noi in preghiera sulla tavola. Dicono che ognuno sia il frutto del suo fare in ogni ombra incisa sui bicchieri nei tovaglioli arresi alle ginocchia su ogni briciola caduta o attesa … Continue reading

Tabula Rasa di Enrico Marià

Tabula Rasa Mentre mi pestavano a sangue da ragazzino dopo i primi colpi non sentivo più niente, aspettavo solo che finissero; ciò che mi faceva più male era la gente che guardava i passanti, tra cui la ragazza che volevo conquistare. Lì ho deciso il mio futuro per me non c’è nessuno che conti gli altri li attraverso e non … Continue reading

Ti confesso che non è stato semplice

Ti confesso che non è stato semplice calcare il mondo senza radici né entrare silenziosa nelle case e scivolare oltre le porte chiedere il permesso e ringraziare e poi uscire come se niente fosse. Ti confesso che tutto quel trambusto ancora non l’ho compreso e mi domando ancora ingenuamente cosa sia questo movimento interno che squassa l’anima e la carne … Continue reading