Mirta per sempre

Mirta tu splendida nei passi del flamenco spargi ancora la fragola ai miei sensi rosa vestita per l’infinita festa. Sei volata via nel giorno di luglio e non possiamo più vederci ma sei per sempre e mi detti questi versi invisibile icona mi parli e la mia gioia disseti nel darmi il filo d’erba della vita.

A Mirta

Sei volata via, suicida gettandoti nel vuoto dalla Reggia di Caserta. Sapevi di non avere ali. Poi ti ricorderò così bruna e così donna. Sei cometa nascente in galassie, sei sempre Mirta, La tua mente azzurra e affilata il tuo pensiero, anima di Dio, per altre resurrezioni nell’interanimarti ancora alla villa al giardino a me.

Alessia rosavestita

La vita di Alessia è una corsa in slitta. Oltre i cancelli del sogno va Alessia rosa vestita nell’iridato sentiero. Attimi azzurro ghiaccio infinito in una preghiera duale sul farsi del varco della primavera. Lanterna magica a inviare messaggi a ragazza Alessia nel rarefarsi della tinta del cielo pari a olio su tela. Si accende un cero bianco sul bordo … Continue reading

Di Alessia il senso

Nell’inalvearsi Alessia nella disadorna via serale. Vi aggiungete uno stelo nella bocca di ragazza Alessia e nei capelli di mimose un ramo. Per la prosecuzione della festa. Attimi di fragola per Alessia nella resurrezione ad ogni passo vive sorgiva vita nel trasmigrare delle stelle a ovest delle cose di sempre. Si accende una luce nell’anima di Alessia felice come una … Continue reading

Alessia e la nuvolacavallo

Vola in cielo di tinta intensa la nuvolacavallo nell’addensarsi della nebbia e della pioggia sulla terra. Lago frontale per Alessia nello specchiarsi denso delle stelle nell’intermittenza, vibrazioni infinite per Alessia, nello scorgere l’amato venire con fare leggero tra le piante dell’albereto attento. Sicura Alessia come una donna nel tendere al gioco della vita con forbici ritagliata attenta. Il bianco cavallo … Continue reading

Alessia e il 2017

Collezione di mattini dell’azzurro per Alessia rosa vestita per la vita. Nell’entrare nel verde di albereto con il primo computer. Prima volta per Alessia nel tessere incanti. Non ha mai fatto l’amore. Arriva Giovanni nero vestito sorridente nell’aria leggera e la prende per mano. Sorride Alessia ed è bagnata. E’ il 2017. Ride Alessia tra nuvole da est e ovest. … Continue reading

Alessia chiede serenità

Anima di stella di Alessia scesa nel giardino d’aprile. Contempla il sembiante carica di gioia verde e chiede serenità Alessia alle piante, il ficus. la quercia e la magnolia ed è vita e non nuotando esistere sospesa nella brina ad iridarla in solari rifrazioni, fino all’arcobaleno della gioia d’arancia sottesa alle alberate del pensiero: chiede serenità Alessia e sale le … Continue reading

Alessia tocca il cielo con un dito

Cielo di ametista su Napoli, luna ostia di platino. Stellante attesa per Alessia. La sera precedente che non torna. Le abetaie fanno silenzio nella nebbia densa. Gli albereti li vede fuggire al mare, ragazza Alessia. Le querce nel pensiero. Il cielo da toccare con un dito se stasera fa l’amore ed è andato bene d’italiano l’esame. Linfe a mescolarsi, lui … Continue reading

Alessia e il lago azzurro

Sera di albereto di pini a entrare in rosavestita Alessia per altre navigazioni su Internet e l’azzurro lago, barca a interanimarsi con il cielo. Vengono pesci vicino alla scialuppa di Alessia nel sembiante di terre meravigliose fino alla mappa albare del risveglio e Dio non ha la calcolatrice sottesa ai pensieri e i mattini fantastici. Sale la gioia per il … Continue reading

Estasi fuori tempo

Vedi, Fabrizio, di sabbia il castello a Torregaveta l’hanno costruito altri bambini, vicino al lago di Lucrino. Nella tua casa, che era dei tuoi ancora i giochi da tavolo dell’infanzia. E poi venne fiorevole l’adolescenza il primo seme versato, il bacio a Rosa, che mi fece vedere la sua cosa. Poi le molte fidanzate e adesso gli amatissimi figli fortemente voluti … Continue reading

Limbo fiorevole

Attimo nell’intessersi la vita al tuo disegno del limbo fiorevole dove siamo stati e dove siamo. Hai regalato le tenerezza di un dono in segreto, hai vinto la battaglia, e entriamo in scena e il limbo resiste e abbiamo quindici anni. Limbo fiorevole e invisibile dove posare la stanchezza. Limbo fiorevole dove fare l’amore e avere vent’anni. Oltre le porte … Continue reading