Alessia e il lago azzurro

Sera di albereto di pini a entrare in rosavestita Alessia per altre navigazioni su Internet e l’azzurro lago, barca a interanimarsi con il cielo. Vengono pesci vicino alla scialuppa di Alessia nel sembiante di terre meravigliose fino alla mappa albare del risveglio e Dio non ha la calcolatrice sottesa ai pensieri e i mattini fantastici. Sale la gioia per il … Continue reading

Estasi fuori tempo

Vedi, Fabrizio, di sabbia il castello a Torregaveta l’hanno costruito altri bambini, vicino al lago di Lucrino. Nella tua casa, che era dei tuoi ancora i giochi da tavolo dell’infanzia. E poi venne fiorevole l’adolescenza il primo seme versato, il bacio a Rosa, che mi fece vedere la sua cosa. Poi le molte fidanzate e adesso gli amatissimi figli fortemente voluti … Continue reading

Limbo fiorevole

Attimo nell’intessersi la vita al tuo disegno del limbo fiorevole dove siamo stati e dove siamo. Hai regalato le tenerezza di un dono in segreto, hai vinto la battaglia, e entriamo in scena e il limbo resiste e abbiamo quindici anni. Limbo fiorevole e invisibile dove posare la stanchezza. Limbo fiorevole dove fare l’amore e avere vent’anni. Oltre le porte … Continue reading

Estasi controllata

Attimi azzurri. Dio non ha la calcolatrice e non gioca a dadi. Il castello di sabbia l’abbiamo costruito con pazienza trenta anni fa e resiste sulla spiaggia di Torregaveta. Abbiamo avuto ragazze, religioni, la laurea, la casa, i lavori, la chiave per uscire dalla nebbia I sogni li trascriviamo nei diari (secondo l’esempio di Maura). Estasi controllata. Ora gli amatissimi … Continue reading

Se

Se Dio non ha la calcolatrice, se di sera l’anelito di platino emerge, se ho risparmiato € 22000 per la vita, se l’amministratore è onesto, se il padre è sempre il padre, se i parenti non sono serpenti, se gli amici sono sinceri,, se la poesia ha vinto un premio importante, se Bibbia d’Asfalto esiste e se l’amore rende felici, … Continue reading

Alessia e Venere

Prima stella della sera nelle mani di Alessia in esatta sintonia Venere con il polito sembiante, attimi disadorni, il tempo  attende la via  serale. Vi aggiungete una rondine e un gabbiano nel suo panneggiare d’ali. Se Dio non ha la calcolatrice, Alessia nella nebbia a emergerne a perdifiato la mente tiene oltre il bosco dei pensieri e l’albereto dell’anima. Attimi … Continue reading

La sera precedente di Alessia

Attimi di limbo, azzurro invisibile per Alessia, la sera precedente che torna: alle 20 ha fatto l’amore con Giovanni quasi al ralenti fino alle 21. E’ arrivata sudata due volte ragazza Alessia al colmo della grazia. Poi stamattina al Bar degli angeli (tanto Giovanni non mi lascia) Navigazione di Alessia sul Mediterraneo bordo ha acceso una candela. Occhi azzurri nel … Continue reading

Su un quadro di Emilio Notte

Danza di due ballerine, sospensione e incanto, movenze leggere, chiaroscuro aurorale a detergere le ferite di una vita nell’osservarne il movimento nel rendere armoniche le fila dei pensieri di chi guarda, agrimensore sul pianeta terra, nel folto della vita e sta infinitamente tra immagine campita e cornice la vita nel suo disporsi ai blocchi di partenza attimi negati al male … Continue reading

Alessia e la falce di luna

Sera selenica di Alessia, falce di luna campita tra le margherite del cielo, sfondo blucobalto nell’interanimarsi con l’anima di ragazza Alessia di 18 grammi, nel fresco della mente scorge Alessia un fascio di luce e trasale, una vita intera, sedici anni contati come semi. (tanto non mi lascia). L’Albergo degli angeli attende e ci sarà raccolto a poco a poco, Alessia … Continue reading

Alessia rivede le stelle

Sera di lunare luce ad affilare di Alessia le mani al colmo della grazia. Dall’albereto segreto a fare l’amore torna occhi al cielo distesa sul prato tra eucalipti e felci, sguardo a inalbarsi leggero a rivedere dopo il piacere e l’orgasmo le stelle del responso, chiarità ad accendere il volto di ragazza Alessia, luce nelle celule dell’anima a poco a … Continue reading

Alessia e il campo animato

Sera di estasi per Alessia nel campo animato a fare l’amore con Giovanni. Viene la ondine in migrazzione vaga con la camera della mente di ragazza Alessia nell’accadere di generazioni. Si stempera sul far della sera del cielo il cobalto verticale a cadere in gocce pari a inchiostro di Alessia per nuove sul mare e su Internet navigazioni. Ride Alessia … Continue reading

Alessia e il chiaro di luna

Occhi chiusi di Alessia nell’ entrarvi fili di luna a irrorare le celllule dell’anima. Mare lattescente nel maternizzare di Alessia l’attesa di Giovanni, Seduta ragazza Alessia al Bar Virgilio con gli strumenti umani la penna e il diario per trascrivere in un giorno senza data il sogno più bello. (tanto Giovanni non mi lascia). S’illumina il cielo, lucore lascivo, non … Continue reading

Alessia a ferragosto

Attimi di altissimo cobalto, cielo sollevato azzurrità ad accadere nelle fibre di Alessia a poco a poco, protesa alla gioia nell’azzerarsi dei pensieri (i libri per l’esame di latino a settembre e domani torna Giovanni e faremo l’amore). Dietro i vetri fitta pioggia a bagnare di Alessia l’anima e ci sarà raccolto e ha visto le fragole e un sogno … Continue reading

Luna e Alessia

Sera ad accadere per ragazza  Alessia sottesa al cobalto del cielo. Luna sollevata quasi in volo ostia d’argento, dischetto luminoso nell’interanimarsi alla pelle di  Alessia che nuda ha fatto l’amore con Giovanni. Estasi di Alessia, sotto una pioggia verticale a detergere l’anima di vetro e il corpo di donna e di ragazza. Selenico incantamento luna a regolare le maree e … Continue reading

Alessia e la vita nuova

Sembiante del cielo a levigarsi dove la vita passa a poco a poco, radice del’anima di Alessia, controluce nel segmento di strada da attendersi scoscesa dove la luna passa a poco a poco nell’edera ad intessrsi con l’aria dove eravamo già venuti nella strada d’argento dell’anima ad accompagnare i giorni più belli nel guarie Alessia in redenzioni ad ogni passo … Continue reading

Come turisti

Scenario barocco nella connivenza postmoderno ad entrare nelle ante del tempo ad intessersi alle linee del percorso dove eravamo già venuti nell’eclissarsi del tempo come turisti nella mappa albare, Napoli a sorridere fino alla Cappella Sansevero a entrare negli ambulacri della mente, tessuto inerte di candore di marmo e tesse una musica il marino fluire senza tempo a tessere incanti e … Continue reading

Alessia e la luna di luglio

Sollevata per sconosciute forze ad accadere in di Alessia gli occhi selenico incanto a proteggere ragazza Alessia sul bordo della rosa e delle cose. Tegole inazzurrate nel paesahhio airidarsi negli occhi di ragazza nel tornare fiume di sentiero nell’intendere le cose della città. Incanto battesimale nell’aprirsi la via azzurra della speranza pari a cielo casa di vivere mpito nell’iride di … Continue reading