” Serve qualcosa, amico?”

Milano, una sera di fine Marzo. Arrivo . Parcheggio, scendo dall’auto e lo vedo, seduto su una panchina con l ‘aria di chi la sa lunga e gli occhi troppo spalancati per essere quelli di un osservatore distratto; anche lui mi vede e li spalanca ancora di piu’. “Ahi, amico mio,se io fossi una divisa avresti già smesso di crederti … Continue reading

11 Gennaio 1995

11 Gennaio 1995 Quella giornata di merda era iniziata alle 5 del mattino coi carabinieri che bussavano alla mia porta e finiva con un agente di custodia che mi consegnava il “corredo”. Coperta, posate, un cuscino in spugna e carta igienica. Avevo 26 anni e secondo le indagini appartenevo ad una “organizzazione criminale dedita al traffico e allo spaccio di … Continue reading

La risalita 2 . Pippo e Donatella

Conobbi Pippo quando finalmente decisero che la mia gavetta sulle pedane dei compattatori l’avevo fatta e potevo essere “promosso” Arturo, il “capo”, mi mandò a chiamare dicendomi che dal giorno dopo, visto che avevo la patente, avrei iniziato a guidare i camion. -Sono tre mesi che sei qui, lavori bene, non parli troppo e ti fai i fatti tuoi, che … Continue reading

La rapina

Giorgio, pallido come un cencio se ne stava con le mani sul volante senza saper bene cosa fare e Juan, neri ricci arruffati sulla testa da zingaro era occupato in una ripetizione di starnuti impestando la macchina con la puzza del suo alito malato mentre pezzi di muco giallo andavano a infrangersi sul parabrezza. Che brutto affare. Era successo la … Continue reading

JOAO ( LA VENDEMMIA DELL’87)

Da Giugno a Settembre lavorai a Formia, in un ingrosso di generi alimentari. Facevo il “garzone mobile”, praticamente. Andavo in giro coi ragazzi delle consegne che, usando a pretesto il fatto che non avessi la patente e la mia giovane età, mi facevano lavorare come un mulo. A me però tutto sommato la cosa andava bene, avevo un lavoro, ero … Continue reading

IL CONDIZIONATORE

IL CONDIZIONATORE C’è stato un tempo in cui ho creduto, ebbene si, di aver fiuto per gli affari. Ero convinto che avrei fatto grandi cose nella vita e che dopo tanta sventura la ruota dovesse, matematicamente o per malintesa giustizia divina, girare a mio favore. Ovviamente non era così. Avevo semplicemente fatto l’errore più comune tra quelli a cui erano … Continue reading

La risalita : Nick e il ” recupero sociale “

Dopo un po’ trovai lavoro Era una “cooperativa sociale ” ,di quelle che si occupano del “recupero di soggetti disagiati ed io ,modestamente ,avevo delle referenze di prim’odine : in cura al SERT con Disulfiram e metadone .Un ubriacone tossico Il top ,insomma L a sede era affianco ad una comunità di recupero per tossicodipendenti che forniva anche la manodopera,visto … Continue reading

Dio sulle strisce pedonali

  Ieri sera mentre salivo in macchina per tornare a casa ho visto un barbone che attraversava sulle strisce pedonali ,sembrava si muovesse al rallentatore Dalla faccia che aveva ricordava Dio nell’iconografia occidentale ,come la maggior parte dei barboni ,del resto. E’ strana ,sta cosa; piu’ le persone ,gli atteggiamenti e le cose “reali ” somigliano alla nostra idealizzazione di … Continue reading

Succede spesso

Succede spesso Succede spesso che si spendano parole senza vere intenzioni senz’avere intenzioni Bisogna fare in modo Che tutta quella furia abbia canoni estetici e siano condivisibili Che tutto quel livore risponda a dei parametri moralmente accettabili come da convenzione Ora digrigna i denti senza guardare in camera con la spontaneità che l’ utente medio riesca a fare propria senza … Continue reading

L’ alba a corso Lodi

I marciapiedi a corso Lodi stamane sono ritrovi di fogli di giornale danzanti in spirali di aria e nebbia squarciata. I marciapiedi a corso Lodi nascondono la rabbia dei fondi di bottiglia come mani di operai davanti a scrivanie di occhiali e gonne fruscianti di chi ha dimenticato … di esserne figlia . E i randagi annusano l’ aria aspettando … Continue reading