A rebel’s sermon (di U.01)

    Endless, mindless, needless thoughts, Pumping the young, nubile and the prodigious spines, All we do is sit and just whine. The men of Satan spew their venom, While the whole world procrastinates to antidote until it gets them. What have we become ,full of hypocrisy, blasphemy and egocentricity, Walking in famine ,hunger and exploitation where even god doesn’t look … Continue reading

Deserti (oceanici) (di W.01)

    Da millenni trascino agonizzanti le membra, e alle spalle le vele del rimorso vantano rotte tra mille e mille porti: navigano indietro lungo il solco profondo dei miei passi, umide chiglie sul fiume in piena del pianto mio amaro. Eppure così arida cade ogni lacrima, o miei Rimembranti Marinai, che le vostre mete senza confini non sono che … Continue reading

Gone (di Y.01)

    You are gone In your note, in one shot. (You don’t know) Paralysed lies the man, blood easily flow through my pain. Paralysed staring in your eyes my flat seems moving and I need to confess my mess. Paralysed, my fear to talk to you Probably you won’t understand the mess I was passing through. You reject the … Continue reading

4 (di B.03)

    Lo sai, io sono un bravo soldato, conosco il mio limite Tu sei un’aristocratica piena di talenti e di isterie. Io molto più in basso sotto i tuoi guanti profumati io sulle ginocchia. io per te ascolterò una ramanzina sull’ordine e l’igiene e nasconderò le mie zampe lerce sotto al tappeto, sbiancherò i miei denti masticando foglie. . … Continue reading

(di D.05)

      Se non fosse per i punti di vista che sarebbe meglio fossero bottoni spersi o centesimi sparsi e vestiti aggrappati agli schienali. Se non fosse per le rese senza battaglia che sarebbe meglio fossero lenzuola, se non fosse per la troppa somiglianza, la troppa dissonanza, la lungimiranza, le lettere in giacenza. Se non fosse per gli orditi … Continue reading

l’universo dentro di me (di O.03)

  Sento il battito del mio cuore accelerare Come un’ansiosa campana Che non vede l’ora di battere l’ultimo rintocco Il Big bang è dentro di me Accelera Esplode Implode Come un Big bang di polvere stellata Da una boccetta Rovesciata Frantumata In miliardi cristalli Il cielo vuoto si rallegra per tutte quelle emozioni Scoppiettanti Che esplose dal vaso di pandora … Continue reading

Per te (di E.11)

    Ciao. Io sono una poesia per te. Scusami se sembro stupida o banale. Mi hanno scritta per starti vicino; leggimi quando tutto il mondo scompare e ci sei solo tu e le tue lacrime e i tuoi singhiozzi e la tristezza e il dolore. Io sono una poesia per te. Mi hanno scritta per dirti che le tempeste … Continue reading

Dell’arte di soccombere placidamente (di L.23)

  http://mep.netsons.org/beta/category/autori/l23   Cessate il fuoco! Gli sguardi non interessa(n)ti ignorano gli avvertimenti di noi anime in pena.   Ritirata! fischiano i proiettili dalle fiasche piene di vino amaro bevuto a metà..   Riposo! Il generale colpisce la sua tempia nemica con respiri troppo lunghi.   Fermi fermi! Grida l’ultimo caduto cullato dai sibili delle prime granate.   Sull’attenti! Nessuno … Continue reading

(di A.30)

      http://mep.netsons.org/beta/category/autori/a30     all’improvviso nella tazzina vuotata dal caffè ritrovo per un istante l’odore indimenticato della tua fica.   com’ è successo non lo so spiegare forse per quel principio narrato da Proust? forse mi hai sconvolto così tanto da apparire, miraggio dovunque sia impossibile.   c’ è chi giura di aver visto Dio o i suoi … Continue reading

Lostnight (di V.02)

  http://mep.netsons.org/beta/category/autori/v02     E così li hai scoperti perduti girare in tondo in città. (Affondo.) Sai che ti ho lasciato un pensiero di poche parole e pochi compari di beghe mi han detto che sei crepato sulla Riva Sinistra. Che ci vuoi fare straniero il rancore di questo paese ha cancellato ogni sorpresa dai volti dei suoi comici apostoli. … Continue reading

(di R.08)

  http://mep.netsons.org/beta/category/autori/r08   Ho chiesto all’uomo cos’ha da dire, Cosa si aspetta, cosa ne pensa, e che cosa vorrebbe da un Dio latitante; se ricorda d’essere nato e vissuto nello spazio di una stagione; se ha sentito dire che un giorno tutti dovremo morire. Ma l’uomo mi ha guardato e non ha Risposto, e non mi ha sorriso, con Gli … Continue reading

(di N.05)

  http://mep.netsons.org/beta/category/autori/n05   III   Roma, unica, immensa e molle deriva di aghi, schernisce l’attività immensa dei sensi mentre la mia faccia segnata mastica le sillabe che avete appena letto   Il cielo è lirico di luna ma non di belle notizie   quando non mi rimane più nulla per colmare il vuoto tra il mio corpo e la stella … Continue reading

(di P.02)

http://mep.netsons.org/beta/category/autori/p02   Quanto è vano Quest’umile tentativo Di esprimere il Nulla Che è tutto Con servili parole Se il buio della notte Inaccessibile all’uomo Riempie il cuore Più di mille canzoni E la luce lontana Tra le onde del mare E’ l’unico faro Per il misero naufrago Mortale.