Costruzioni

Takato Yamamoto

Sei di plastica Amore
cambi texture con l’umore
ti scambio e non rivoglio
per i giochi in legno all’anilina
sogno e ritorno un po’bambina
cavallo, treni e quei palazzi
e troppi pezzi poco attenti
cadono giù come dei pazzi
quando il gioco finisce e già lo so
quell’incastro domani mancherà
se non fosse che mi arrangio
e non lascio buchi al caso
penserei che è fatto apposta
per permettere una fuga

io di legno non son mai stata
alla plastica ci penso.

254 Visite totali, 2 visite odierne

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Alessandra Piccoli (vedi tutti)

Precedente Eppure si Disse Successivo Considerazione su testi creativi facenti parte del n. 240 (2013) di “Fermenti”.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.