Deserti (oceanici) (di W.01)

mep

 

 

Da millenni
trascino agonizzanti le membra,
e alle spalle le vele del rimorso
vantano rotte
tra mille e mille porti: navigano
indietro lungo il solco
profondo dei miei passi,
umide chiglie sul fiume in piena del pianto mio amaro.
Eppure così arida cade ogni lacrima,
o miei Rimembranti Marinai,
che le vostre mete senza confini
non sono che le mie infinite distese di Assenze.
 
                                                                                                            di W.01

256 Visite totali, 2 visite odierne

The following two tabs change content below.
Precedente Quanto di più vero Successivo Se mi vedi ridere

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.