Disgelo

Sbocciare; sfiorire. In tutto

un profumo sottile,
un male necessario. C’è
una vena d’abbandono, nascosta

in ogni primavera: la ruggine
fra l’edera e il cancello,

i tuoi occhi sinceri, e il vento
che lasciammo
ieri

su un viale di petali caduti.

(foto: Natalia Drepina)

358 Visite totali, 4 visite odierne

The following two tabs change content below.

Donatella Pezzino

Ultimi post di Donatella Pezzino (vedi tutti)

Precedente La neve di marzo Successivo Di quello rimasto

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.