Fari

I miei passi sulla tua strada
i tuoi fari sulla riga bianca
la nebbia ci incolla questa notte
e tiene strette lacrime
a disegni cachemire
arabeschi d’odio che scendono lenti
ti tengo le mani, Amore
mentre uccidi la mia carne
e te ne vai con l’anima strappata
non so che fare a muso in su
guardo la panna blu coprire
ciò che resta di una falce
ed il motore, il rumore lontano
si annulla e ci rigetta qui
come in un per sempre
vedo il tuo bel viso
come fosse un tasto dello xilofono
l’unico intonato questa notte.

8 Visite totali, 0 visite odierne

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Alessandra Piccoli (vedi tutti)

Precedente Alessia e la pianta di fragole Successivo Alessia e il freddo di febbraio

Lascia un commento

*