Fari

I miei passi sulla tua strada
i tuoi fari sulla riga bianca
la nebbia ci incolla questa notte
e tiene strette lacrime
a disegni cachemire
arabeschi d’odio che scendono lenti
ti tengo le mani, Amore
mentre uccidi la mia carne
e te ne vai con l’anima strappata
non so che fare a muso in su
guardo la panna blu coprire
ciò che resta di una falce
ed il motore, il rumore lontano
si annulla e ci rigetta qui
come in un per sempre
vedo il tuo bel viso
come fosse un tasto dello xilofono
l’unico intonato questa notte.

200 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*