Le amiche

Per questa salita
non ci sono ritorni,

solo gradini. Qui
ci si incontra in sottotono

fra gli specchi del caffè Torino
che moltiplicano ombre e candele

esasperandoti la gonna finto-vintage
dove il rosa non fiorisce. Fuori

sempre gli stessi marciapiedi, da fumare
sognando uno qualsiasi dei tanti altrove
che sanno di narghilè per turisti; quel
punto di te che nessuno conosce

da dove puoi indovinare
la stanchezza delle onde
e scriverla; mentre io
ti guardo

e ripenso che il tuo petto è scarno
perché ti hanno scavato
il cuore, da bambina

così che il vuoto ti fosse leggero

(Immagine: Otto Muller, Deux soeurs, 1920)

198 Visite totali, 2 visite odierne

The following two tabs change content below.

Donatella Pezzino

Ultimi post di Donatella Pezzino (vedi tutti)

Precedente "Lo scatto della lucertola", di Tiziana Marini. Riflessioni. Successivo Mosaico

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.