Le piccole cose

bici-fiori-1Mi mangio le unghie e poi ti lamenti che
non riesco a smettere; non ricordi
il gusto che lasciava

la bicicletta vecchia, e non mi frughi
nella treccia per trovarci le pezze
e le nenie che mi canto

come se mi avessi guardato dormire. Oggi
quel poco di azzurro si scioglie via
dagli occhi

con l’agro dei mandarini e il credersi blasé
di quando ci baciavamo sotto i tavoli
e ci pensavamo tra vent’anni

senza stanchezza

300 Visite totali, 4 visite odierne

The following two tabs change content below.
Precedente MI SERVE Successivo Noi non ci siamo incontrati mai

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.