Lungo Il Tuo Viale

amazzone

 

 

 

E un viale di ceri

che fondono al passaggio

del votivo rovente metallo

 

l’unica via

che sai mostrarmi

e niente bivi croci o dossi.

 

È una cavalcata a briglie sciolte

e occhi chiusi

e capelli lungo la schiena

che accarezzano ricordi

all’ incedere dei giorni

pelle e cuoio

che striscia e mi consuma

 

-anestetico magnifico-

 

e della frusta solo il rumore

 

che ci fascia respiri

in debito d’ossigeno

e sogni.

 

Questa poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l’attribuzione all’autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

148 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*