Milano

 

 

Buffo vero

parlarti dei miei aghi

lungo un marciapiede di foglie morte

 

dentro una Milano sonnolenta

piuttosto sudata sotto la giacca.

 

Non è semplice

dire di quanto io sia fuori posto,

 

c’è che ho sentito il tuo silenzio

appendersi e tenermi la schiena.

 

Ho cose fragili;

inferni fucsia che torturano

 

e fare lo struzzo

a volte mi riesce bene.

 

Tu perdonami le spalle

mentre ti dico.

 

 

259 Visite totali, 1 visite odierne

The following two tabs change content below.

Catia Dinoni

Ultimi post di Catia Dinoni (vedi tutti)

Precedente CHE NON SUCCEDE Successivo Chiediti

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.