QUALCOSA DI BUONO

Stanno di lato
la domanda e le due risposte.

Comincia così la vita
nel dubbio di sbagliare;
per fortuna c’è una sedia,

il tavolo scricchiola
da quasi trent’anni
ma è una grazia
riconoscere con un dito
un’imperfezione.

C’è qualcosa di buono nel forno
e la scuola è finita;
fuori la lentezza
addormenta una cicala
e il vecchio insegna
che si può
anche cadere.

222 Visite totali, 2 visite odierne

The following two tabs change content below.

Luigi Finucci

Ultimi post di Luigi Finucci (vedi tutti)

Precedente Riflessioni su "Macbeth" di J. Kurzel Successivo RACCONTI DI UN GUARDIANO SVOGLIATO (1)

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.