Quasi preghiera

noi siamo gli accampati
sulle teorie dei mondi:
ostaggi del bene sogniamo il taglio verticale,
il pianto che ci salvi dal coro delle polveri:

e ti parlo del bene come viene
dai cuori delle vergini albere
spaventate ad ogni scoppio di luna; ti parlo
della la zingara nuda
crocefissa al sole.

Scoliamo bottiglie d’aria
per finire ubriachi in vergogna
di non avere amato abbastanza.

71 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*