Rip(osa)

Rip(osa)

sono occhi chiusi:

vergini violate nelle primavere,

poi solo l’odore radiceo negli orizzonti

di bucaneve ghigliottinati nei prati.

 

(Rip)osa

fintanto che il dolore

non è  marmo bianco

o se vuoi, scudi gettati nel vento.

 

Riposa come la penna dopo l’amplesso,

quando ti cerchi in ogni verso

e ti senti nudo,

ti senti un fesso.

 

Rip Osa

per ora.senzaparole

167 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*