SCRIVO

stenopeica

Scrivo di terra e miele

amore mio oggi

la terra nella bocca

che soffoca verità

la terra che ho tra le dita

che sporca le vanità

grattate dal tuo corpo

per scavarmi un posto

lì dentro te

che affogando dolce

ci piangeva

incollati noi

senz’aria in mezzo

come falene

nella resina

noi

Questa poesia è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons: è possibile riprodurla, distribuirla, rappresentarla o recitarla in pubblico, a condizione che non venga modificata od in alcun modo alterata, che venga sempre data l’attribuzione all’autore/autrice, e che non vi sia alcuno scopo commerciale.

155 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*