Sé-Mai

grotesque-art-pieces

È tragico come tutto in fondo
parafrasi un compassionevole
slancio alla risata

È perverso accettare, a volte
un ghigno rotto
o il vetro spento dello sguardo

Vedo
un solo giorno
a svelarci già i mattini
penoso
dissotterrare qualche vagito
nell’aurora disabitata

[come un groppo di pena
sradicato dallo stomaco]
l’oltraggio reso al cielo
gioca l’immediato
d’un bacio vizzo

Tende un arco s-puntato
lasciandoci il drappo
del cordoglio

e uno spacco
sopra il cuore

Questo articolo è stato pubblicato in Autore redent Enzo Lomanno da redent Enzo Lomanno . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su redent Enzo Lomanno

Redent Enzo Lomanno (Vincenzo Lomanno) nasce a Moncalieriil 05-04-1976 e vive attualmente a Roma. Scrive inizialmente per svago, raramente, poi sempre con più intensità. La poesia è per lui un qualcosa che va al di là di un semplice tratto: è una cura. Nel 2012 fonda il movimento Bibbia d’Asfalto (http://poesiaurbana.altervista.org/) insieme ad altri redattori e scrittori del Movimento, promuove diverse iniziative finalizzate alla socialità e all’arte, tra cui la rivista culturale quadrimestrale Bibbia d’Asfalto con la casa editrice Kipple officina libraria. I suoi testi sono stati pubblicati su vari blog letterari, Antologie, riviste specializzate (Pastiche, Versante Ripido, Almax Magazine ed altre). Ha pubblicato con Matisklo edizioni la raccolta poetica "Una Piuma a Babilonia" e "cicuta" con Terra d'Ulivi Edizioni. Collabora attivamente con 100 Thousand Poets for Change e con altre associazioni quali sicilia.punto.poesia e Revolutionary Poets Brigade.
193 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*