Solo

Solo un altro giorno
solo uno
da passare in solitudine
solo uno
per realizzare l’immagine
confusa, nella sezione annunci.

Rido, no! Desistendo dall’io
potrei schiacciare invio
e spedirmi a tutti gli aspiranti
gossippari e comari senza pareri.
Ma sono all’interno 5 della maschera
con la quale svengo
quando allo specchio
picchio i miei aneliti del reale.

Rido al riguardo di me,
sono così beffato dal climax
che assumo benefici del dubbio
fra ostentate opinioni autorevoli.
È grazioso il cavillo del mio cuore
che arpiona sguardi d’incenso.

Questo articolo è stato pubblicato in Autore Massimiliano Moresco da Massimiliano Moresco . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Massimiliano Moresco

Ho iniziato a scrivere poesie nel 2012. Prima non avrei sognato mai di dedicarmi a questa forma di espressione, in quanto preferivo altre forme di comunicazione. Tuttavia, come una specie di folgorazione, dopo aver riletto lo Zarathustra di Nietzsche e il libro Rosso di Jung, ho sentito l'esigenza, direi quasi maieutica, di tirare fuori il mondo sottostante alla coscienza. Quel famoso mondo inconscio, irrazionale, magmatico, il quale se non collocato sotto la luce del sole razionale, rischia di possederti.
122 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*