Vampa

T’ho sorpresa conducendo un labbro dopo l’altro all’aperto sull’orlo della lingua e tu ubbidivi dolcemente a reclamare l’urgenza d’ogni sporgenza.... Continua »