Ali

Con quella garza sul sinolo, cadi che a tenerti assieme dalla bolina cedi sulle virate al fianco aperto, dai suoi orli di bianco, dai suoi scandagli trapiantati sull’ali che hai assetate di nuvole ma prigioniere del pianto. Prendi l’unguento per cavare le mani dalle mani, dalle sue folate che ti sbattono le imposte che vorrebbero aprirsi. O chiudersi per sempre.

AFRICA MIA AFRICA (di David Diop)

              Africa, Africa mia Africa fiera di guerrieri nelle ancestrali savane Africa che la mia ava canta in riva al fiume lontano mai t’ho veduta ma del sangue tuo colmo ho lo sguardo il tuo bel sangue nero sui campi versato sangue del tuo sudore sudore del tuo lavoro lavoro di schiavi schiavitù dei … Continue reading

tango! (2008)

      lei/ pensava di essere una star e invece era solo un pasticcio di grasso e di ciccia argentini   traboccanti da un’ottusa vita bassa sotto a un piccolo musetto da topina, spaventata dai topini/ lui   godeva molto a quella vista – come noi del resto – però col vantaggio del tatto sfiorato e dell’abbraccio appena accennato fra … Continue reading

Filosofia del crepuscolo (in fuga) (2006)

        esco, di fretta sospinto da cecità mi sveglio. apre e rischiara la mente laggiù p.za della Libertà, l’arancio è rossa; sembra che possa ESPLODERE! scendendo, penetro il sangue con lento incedere e si leva la cenere, io mi lascio ubriacare… ebbro, soffro e lamento i labirinti senza fine di Ragione, sospingono seduto a capo chino sotto … Continue reading

NO РУТИНА (2011)

    esplode una piccola, Apocalisse di Fukushima giorno per giorno – dai brandelli dei nostri quartieri …cada dìa.. cada dìa..   SENTITEVI BELLI perché si trasuda una guerra. potenza cingolata dell’esistenza di rimorchio al bollettino dei caduti; oggi dì – ancora e come ieri sotto il maggio sordo dei lavoratori …cada dìa.. cada dìa..   non v’è deflagrazione atomica … Continue reading

d’un dio (2009)

  Dioniso che m’incanta e che mi tramortisce lo rivedo in mille storie che non so – se lo cerco in questo angolo di casa lui mi sfugge e lo ritrovo in una piazza in un’auto o in un locale – che mi schiaccia e che mi sbatte in faccia la sua stirpe più estasiata in libertà perso dietro ad … Continue reading