Lungo Tevere (di Dafne Rossi e il Ninja – parte 4)

Ma ecco arrivare il dio Tiberino in soccorso, stavolta sotto forma di un ciclista toscano molto cordiale che li indirizzò sulla via giusta. Sotto nubi che si facevano sempre più oscure, e un cielo che da azzurro diventava grigio, la strada saliva di nuovo e sotto di loro il panorama diventava sempre più suggestivo. Il Tevere si allargava nuovamente e … Continue reading

Lungo Tevere (di Dafne Rossi e il Ninja – parte 2)

Ponzano Romano Poco prima di sera arrivarono nel comune di Ponzano Romano e andarono dritti a un bed&breakfast le cui indicazioni avevano trovato lungo la strada e che avevano chiamato per telefono appena arrivati all’ingresso del paese per assicurarsi che vi fossero camere libere. Ponzano era un tipico paesino medievale, con alte mura e vicoli stretti e con i pavimenti … Continue reading

Lungo Tevere (di Dafne Rossi e il Ninja – parte 1)

Prima di tutto, un mito da sfatare: viaggiare in bicicletta non è una sofferenza, anzi è un piacere al quale sempre più persone, per i motivi più diversi, non intendono rinunciare. C’è chi usa la bicicletta per fare sport. Trattasi di persone che in tutine colorate e attillate, con le biciclette leggere e veloci e il contachilometri sul manubrio, si … Continue reading

(di N.05)

  http://mep.netsons.org/beta/category/autori/n05   III   Roma, unica, immensa e molle deriva di aghi, schernisce l’attività immensa dei sensi mentre la mia faccia segnata mastica le sillabe che avete appena letto   Il cielo è lirico di luna ma non di belle notizie   quando non mi rimane più nulla per colmare il vuoto tra il mio corpo e la stella … Continue reading

la tessera (2010)

S Scoreggiai di riflesso sul finire di quella telefonata; l’aria calda sciolse per pochi istanti i muscoli un po’ intirizziti dal primo freddo invernale, e distolse i pensieri dalle chiacchiere inutili di cui Frasko stava iniziando a indurirmi la testa. Fu solo mentre riagganciavo che intuii di aver potuto suscitare qualcosa di interessante nei sensi primari del tipo che aspettava … Continue reading

affanculo (2003)

  affanculo non si può scrivere con 2 topi di fogna nel soggiorno, e 6 casse di birra appese a un filo sul bidè gli occhi avanzano la resa, le parole strizzan l’occhio mentre abbassano – la gonna. il fumo danza a ritmo di violino, poi spalanca le fauci e sbadiglia si vede Roma, città imperiale..