pendolari (2003)

  ma non sopporto gli occhiali da sole, lo sguardo furtivo di due lenti appannate.   preferisco ricamare sogni al vento di marzo appena nato.   nessuno siede piuttosto: riempiono – a quattro a quattro – il vagone rimasto dei loro sbadigli e passi perduti   è un esercito a mani alzate che avanza…    

pulsazioni (2003)

non tutti possono avere l’anarchia infusa, ma è certo che solo chi sente la vita pulsare poi è capace di amare.   non so se è vero però che ti stai spegnendo, so solo che io faccio fatica a capirti e che per questo siamo ancora l’un per l’altra inarrivabili   mi hai regalato il rumore del vento.

Turritania

Siamo terra e solitudine & adesso tutto è terra da dimenticare e ginocchia come di ponti da camminarci per viaggiare. Nostra signora dei mediocri piedi e senza immaginazione, fra terra e sapere noi sappiamo solo volere altra terra & vento e ci sembra normale, e sparire ci sembra già poco, noi che sappiamo vedere solo altra nuda terra, anche nelle … Continue reading

Ombre

L’orco mi allaccia le costole col suo rintocco di carezza ferrea aggiungendo una tacca all’agonia dove personaggi inquietanti ancora oggi si muovono come ronde sulla criniera dell’onda con a capo il grassone che porta pantaloni alla vita, stretta, col sorriso sdentato, snocciolando la lingua come fosse uno scarto di un frutto cresciuto sterile. Il mio amico saggio come un ciuco … Continue reading

l’universo dentro di me (di O.03)

  Sento il battito del mio cuore accelerare Come un’ansiosa campana Che non vede l’ora di battere l’ultimo rintocco Il Big bang è dentro di me Accelera Esplode Implode Come un Big bang di polvere stellata Da una boccetta Rovesciata Frantumata In miliardi cristalli Il cielo vuoto si rallegra per tutte quelle emozioni Scoppiettanti Che esplose dal vaso di pandora … Continue reading

Delirio (di Hasan Atiya Al Nassar)

    (da Il labirinto)   Chi ricorda quell’ora della notte? I soldati del mio tormento, inerti, sono fili di vento e di neve… febbre della tua memoria cieca, della tua spada pazza. Sono queste ombre volanti, questo brivido segreto nel corpo. Sono questo rovesciamento nella terra del paradiso, sono quelli che infilano una vela nel cuore dell’inferno. E persino l’ultima … Continue reading

mi hermano (2010)

il blu di notte sfuoca casermoni smuffati dalla carta vetrata del                                                                            vento                       … Continue reading