A TRATTI SOGNO A TRATTI ASFALTO

12985388_875650715894896_1134693242944198320_n

così le nuvole a forma di testa
e la loro grandine addosso.

Il disegno della mia vita

*

Per metà strappate
per metà smerlate

nuvole sempre non-finite
che accennano acqua o ghiaccio

o un cavallo selvaggio.
Le mie parole

*

So che non c’è bugia
se non c’è verità

e che il senso si snoda
sotto le spire del male

ma esclusa la testa / sempre
naso e pelle reagiscono al vento

e colture s’accasciano
sotto la tempesta

*

Dunque ritiriamo la testa
al buio stellato e ruggente del silenzio

e col cucchiaio di legno rimestiamo il cielo
facendo attenzione alla tracimazione.

Bocche affamate intorno
porzioniamo il bolo.

Si potrebbe deglutire lo zucchero
del velo che ricopre i bordi

ma nella cecità si dice che
la nebbia porti bene

*

Il tema desertico che t’abita
fosse novità tra gli uomini, ma

riprodurre poltrone e giacigli per chi
già vi sta comodo

veicola inutili battimani.

Preferisco sentir parlare di cardi
e perfino di tarantole

che in una goccia d’acqua
amano ancora.

Sole e sangue

218 Visite totali, 2 visite odierne

The following two tabs change content below.

Francesca Lavinia Ferrari

Ultimi post di Francesca Lavinia Ferrari (vedi tutti)

Precedente I Topi del Tritone Successivo Azulejos

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.