Stile libero

avevo dodici conchiglie e un cane

il lamento di una barca spiaggiata

una formica smarrita nel cuore

e tutto l’azzurro del cielo per urlare.

E avevo quel che resta di un urlo

un osso di parole nella bocca,

l’altra metà del cielo per volare.

158 Visite totali, 2 visite odierne

The following two tabs change content below.
Precedente DIVENTERÒ LA PIEGA Successivo Roba da gatti

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.