Il voto dei ciliegi

Si aspetta: il voto dei ciliegi
ad alternare la carica dei frutti
e la miopia dei tuoi occhi

la mappatura dei sorrisi di Omar
le gambe strette per non farsi
mancare nemmeno un tuono

la santa inquisizione delle nespole
che imboccano con grembi di zucchero
i figli dell’inverno

lei che ti guarda e porta
Ventiquattromila baci nella bocca
e non sai più dove metterli

la radioattività della tua persistenza
a non chiudere un sorriso
nemmeno uno, sui nembi della faccia.

Questo articolo è stato pubblicato in Autore Massimiliano Moresco da Massimiliano Moresco . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Massimiliano Moresco

Ho iniziato a scrivere poesie nel 2012. Prima non avrei sognato mai di dedicarmi a questa forma di espressione, in quanto preferivo altre forme di comunicazione. Tuttavia, come una specie di folgorazione, dopo aver riletto lo Zarathustra di Nietzsche e il libro Rosso di Jung, ho sentito l'esigenza, direi quasi maieutica, di tirare fuori il mondo sottostante alla coscienza. Quel famoso mondo inconscio, irrazionale, magmatico, il quale se non collocato sotto la luce del sole razionale, rischia di possederti.
75 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*