Binari spaiati

Oggi correvo su binari spaiati
avevo
furore
stretto come elastici intorno alle dita
Oggi
ho masticato ogni mio nervo
e l’ho risputato
su tetti di case
e sopra parole che giacciono
come cani morti
Oggi ti ho ucciso mentre mi offrivi
la possibilità di stare in equilibrio sulle dita delle mani
e il dono
dell’ubiquità dei doveri
in cambio di pacche sulle spalle
in cambio di aria incorniciata
ma io
oggi correvo
e ti ho annegato in occhi iniettati di sangue
Oggi ero un treno
e il tragitto
tra me e l’inferno
era di un solo secondo
in cui ho inspirato tutto l’ossigeno che manca

250 Visite totali, 2 visite odierne

The following two tabs change content below.

Gino Panariello

Ultimi post di Gino Panariello (vedi tutti)

Precedente Ascoltava, sapeva ridere Successivo Il ritratto

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.