ECO

Al mio fianco è nato un albero vermiglio
e la corteccia delinea
insenature fantasma – trasparenze.

Il grido non ascoltato
riecheggia nel petto 
e inghiotto sangue:
dunque non ricordo l’infanzia
a cui fino a ieri la memoria
era appesa sul davanzale.

Ora, aspetto qualcuno che desto
legga la frequenza del battito
qualcuno che raccolga
la foglia caduta.

594 Visite totali, 1 visite odierne

The following two tabs change content below.

Luigi Finucci

Ultimi post di Luigi Finucci (vedi tutti)

Precedente Cin cin Successivo Due poesie e due estratti de "I miagolatori" (Marco ed Oliviero)

2 commenti su “ECO

  1. amina narimi il said:

    L’albero vermiglio mi ha destato traducendo la foglia ed un respiro nello stesso battito al tuo fianco
    Bellissima!

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.