Crea sito

Esserti dolce nel ricordo

rimetto in luce le tue lune distratte
quattro secoli d’acqua di pozzo
un soldatino tagliato nella pietra;
rimetto il pomeriggio intero del bosco il fosso e la paura
di non averti in bocca quando parlo
di vini e vendemmie,
ora che ho questa notte da svegliarti i capelli e raccontarti
le facce che pendono dolcissime i miei sanguinamenti,
quando sono tuo figlio e ti consumo il cuore:
proteggiti
sulle mie poche poche frasi autunnali
dal buio concupiscente
che ancora ti fa viva tra i vivi.

 554 total views,  2 views today

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top