Pelle e vetro

444564

Via i muri; da tutte le parti mi premono alberi,
alberi sulle gambe come radici mozzate,
alberi a sventrare l’orsacchiotto che sa

e grida di vento, vento che fa le foglie rosse
e le mie labbra rosse, e le ferite più rosse

e grida che ammutoliscono i sogni, sogni
da due lire di una bimba che non pesa,

sogni di pelle e vetro; terra di falene
morte senza luce

 

Immagine: Stefan Beutler

381 Visite totali, 1 visite odierne

The following two tabs change content below.

Donatella Pezzino

Ultimi post di Donatella Pezzino (vedi tutti)

Precedente Adesso madre (fuoco) Successivo Tra bocche

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.