PERDERTI, OH PERDERTI

Le luci sotto la pelle e le pistole puntate sempre

contro tempie caldissime

non ditemi di no

non ditemi di no

donne aquile sparse su negozi e poco confidenziali No d’autore

non ditemi di no

vicino ai musei mentre vedo la mia immagine

mettere un piede dopo l’altro

e la treccia rossa sfiorare il vento

abbracciatemi e siate madri e vagine oculari

da cui poter trarre un magnifico tragitto

di fratelli appena nati e occhi luminosi di stelle

come quando in un film del cinquantanove avevo scambiato

il volto di un angelo pazzo

per il cielo nero

sono tersa e buia come l’inizio di una canzone triste

ma posso sorridere e mettermi al centro della piazza

e farvi vedere cosa so fare e cosa posso fare

le luci di Natale che mi squarciano il petto

e quindi ad intermittenza fioriscono sotto la mia pelle

Non ditemi no

e spiccate il volo

donne aquile sparse su negozi e poco enigmatiche risate d’addio

‘Che lavoro fai?’

‘scrivo’

‘Sì, ma che lavoro fai?’

‘Cerco lavoro’

‘Non ti faccio perder tempo, allora’

e così me ne vado e in ogni posto

non mi fate perder tempo, allora

ed il mio tempo è una specie di voce

uscita da un tunnel bianco

come quei disegni di Luigi Serra

con la testa libera e la penna calcata fino a mettere in rilievo

tutti i volti

e l’inchiostro rovinato

Mi state tutti addosso

tutti addosso, in un sentiero di spine

e occhi truccati

Portami con te, violino d’oltremondo

portami dove nessuno potrà dirmi di no

e saremo fantastici Re senza aspettative

come in qualche libro dalle rifiniture dorate

faremo finta di brillare

e invece spolvereremo vita in ogni angolo

della nostra piazza

e saremo uno splendido treno

atterrato sulle povere teste di tutte queste madri

ma voi non ditemi di no

prendetemi nell’abbraccio caldo

finché non sarà più così difficile

perdermi, oh, perdermi.

 672 total views,  2 views today

The following two tabs change content below.
Avatar

Veronica Falco

Avatar

Ultimi post di Veronica Falco (vedi tutti)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.