Crea sito

Qui dove sono

Qui dove sono

Ero come inseguito
le parole correvano e io a stargli dietro ero come inseguito

saltatemi lettere addosso
ingoiatemi in un respiro frontale
fermate alla gola il coro sonnambulo che passa
ho voglia di scrivere l’Asfalto stamattina

qui si trattiene il vento sulle foglie l’animo le accarezza
ché sono l’albero che mi cammina e il verso pianto a terra e non ho terra
e cerco in fondo alla mia bocca un suono d’acqua

suonate alla mia vanagloria di topo intelligente che va in cerca di ragni
alla corrente elettrica dei miei violini
pizzicatemi sulla lingua i vostri rami alfabeti
i vostri cani affamati
dimenticatemi sulla schiena
sono un fiore
il fosso il periglio la corrente
la mano che trasforma i passi

tiratemi da un’orchestra di sassi

 444 total views,  2 views today

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top