Crea sito

Silenzi

quel pendolo negli occhi
misura del tuo spazio quando mancavi le parole ed era un cielo;
quello strato di vento contrario
in cui posava il giorno
antico e minuscolo il gatto che ero
scrivendoti persino sottopelle
le mille consonanti d’un bacio
e poi le luci
tagliate ad arte sulle nostre schiene di santi sbagliati
appena inghiottiti dall’autunno
in una sinfonia di rovi.

 544 total views,  2 views today

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to Top