SONETTO DEL DOLORE

S’ odono in cielo
le dolci sensazioni del passato,
coperte da un invisibile telo
s’offuscano come la mente di un malato.

Orribile il risveglio dal sogno
quando le mani s’aggrappano al nulla,
solo un breve bisogno
ci nasconde camminando tra la folla;

ci si perde per vie conosciute
piangendo lacrime pesanti
allora le parole si scoprono mute

come un cieco, si brancola
in un buio infinito
dove il domani non consola.

226 Visite totali, 2 visite odierne

The following two tabs change content below.

Luigi Finucci

Ultimi post di Luigi Finucci (vedi tutti)

Precedente READING Successivo Quel vivere intendendo

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.