Nadando por las calles ardientes

Si disegnano in nero
i ritorni a casa
a ritmi impossibili,
a ritmi di oggi non voglio,
oggi non parlo,
oggi non mi specchio
e oggi non peso.
Nel fluido racconto,
si accumulano i sassi dispersi
della collezione rubata
in quella crociera
su quel dove e quel colore
inutili da dire, tanto li si sanno già.
Lo sai che nel rosso
non si conosce vecchiaia
e tutti i mon amour sono verdi,
piccoli e rannicchiati
stesi sulle sdraio
ad aggiungersi marrone e arancione,
innalzando le mura blu
del ti credo, ma non ti ascolto,
per non farsi conquistare
l’unica bandiera rimastagli.
Non è questo
il destino che ti serve,
ma un contorno paleolitico,
un’incisione nella pietra obesa,
da cui ripartire,
con pellicce senza moda
e carni senza grasso artificiale.

177 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*