Mescita

Stanno scendendo [stiamo scendendo] facendosi carico dell’urlo della luce il vaticinio sarà imperante un’antiveggenza poetica senza alfabeti, antitesi, omeostasi. Non... Continua »

Trama

Che posso dire? Torni per insediarti nello squarcio della mandibola. Ho dolore in bocca; bestemmia il vento delle tue parole.... Continua »

La vespa

Stamattina, mentre espletavo le mie abituali funzioni in bagno, mentre ero cioè seduto sul gabinetto, quasi a conclusione d’una pia... Continua »