UN MONDO INDIFFERENTE

Tintinnavi dinanzi a quel cielo
pensavi
-un posto al mondo potrà
anche esserci per la solitudine-
la solitudine di un cuore
la dimenticanza della routine
l’affermazione dell’estasi
ed esanime
pronunciavi bisbigli
sussurri animosi
tonanti nel tuo piccolo
universo, eppure
nessun cambiamento,
solo una piccola lacrima
scomparsa sotto la pelle.

la_folla3

167 Visite totali, 1 visite odierne

The following two tabs change content below.

Luigi Finucci

Ultimi post di Luigi Finucci (vedi tutti)

Precedente Germogli Successivo spesso stentiamo (2004)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.