USO COMPASSIONEVOLE

 

Se la compassione è tristezza
la vita che scorre, diventa l’amaro
sul fondo del mio barile,
che si camuffa i denti
sotto i baffi stanchi,

il vento passa attraverso
anche con le imposte chiuse 
e muto sorride il sentimento
mio e pentito,
come dopo la sbornia 
di vita e sangue e amore,

ma il cammino piscia dei forse,
che ne sa del suo affare?
Mentre nasconde in sacchi di juta
lo schifo nefando, con naftalina
e dorme notti serene
tenendo stretto un manuale al petto
come il cane fa con la ciotola,

compassionevole è triste sì, 
rende brutale il dopo
e intanto metto un passo
tra me e il resto.
131 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*