Il freno quando piove

Il freno ineluttabile dell’idea

Sfoderò la gabbia dai gessetti rosa

Ci si apprestò a porvi riparo

Rimedio

A coprirla di nuovo

Come la vergogna

Guardando alla lavagna

Da dietro come un somaro in castigo

Scalciavo via tutta la classe che mi distingue

Divenni nero

Invisibile nella notte

E voce di tuono

Ad affermare il mio diritto a piovere

A fare brutto

Mamma stamattina a scuola non ci voglio andare

Non ho più nulla da insegnare

Né da correggere

E poi alla seconda c’è ginnastica

E ho mal di cuore

Entro dopo se mai

A ricreazione

Cominciai così a ricreare

Dalle ceneri di otto notti sbagliate

Sbiadite, sbadigliate

Sbraitate, sbaragliate

Sbrinando il gelo

Di ogni notte senza luna

E il motore è freddo

E non riparte

Il freno quando piove

251 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*