Silenzio (di Hasan Atiya Al Nassar)

hasan

 

 

http://www.deapress.com/culture/letteratura/14774-edizioni-dea-hasan-atiya-al-nassar.html

 

(da Roghi sull’acqua babilonese)

 

Verrà da me il silenzio:
il silenzio che entra nelle vesti dei morti.
L’istante era povero
(abbandonato e ferito)
ed i nostri cieli stranieri.
Fuggiremo alla ricerca della
Rivoluzione,
ha gridato il vento,
e i nostri ultimi giorni
hanno urlato, feriti.

2 Visite totali, 0 visite odierne

The following two tabs change content below.
Precedente E COSI' VUOI VEDERMI MORTA Successivo Umani in divenire

Lascia un commento

*