Sturm und drang

La tua pelle trafelata
con quel suo incedere a spasmi

temporali i nervi sotterranei
lampi i tendini lanciati

fracassa e strugge
e geme e passa
sui capelli invernali
i bulbi sfondati
i fiori arrovesciati;

e adagia
smorta
la pietà delle polveri.

166 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*