Frumento

Vorrei stringere la luce
anche stasera che mi guardo intorno
stanco
di abbracciare l’albore
che presto lavora
e presto riposa.

Tutt’oggi come ieri
ho una ragnatela scura
dove svuoto il lucore
che sale
e presto scende e scompare.

Dicono sia bello
festeggiare così
con le gambe in spalla.
Sembra non pesi più arrancare
per vivere bene,
maledetto sia il frumento
che si taglia
e riscresce più forte di prima
dando l’idea che mi possiate
spuntare ancora a lungo.

 718 total views,  2 views today

The following two tabs change content below.
Avatar

Massimiliano Moresco

Ho iniziato a scrivere poesie nel 2012. Prima non avrei sognato mai di dedicarmi a questa forma di espressione, in quanto preferivo altre forme di comunicazione. Tuttavia, come una specie di folgorazione, dopo aver riletto lo Zarathustra di Nietzsche e il libro Rosso di Jung, ho sentito l'esigenza, direi quasi maieutica, di tirare fuori il mondo sottostante alla coscienza. Quel famoso mondo inconscio, irrazionale, magmatico, il quale se non collocato sotto la luce del sole razionale, rischia di possederti.
Avatar

Ultimi post di Massimiliano Moresco (vedi tutti)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.