LA ROSA IN ME È INFINITO GOCCIOLARE DI BOCCIÒLI DOLCI

10359114_636364356454682_4171461232271376962_o

Vapore amaro è la selva di rifiuti

dove si compie l’eterno miracolo.

Sono il germoglio di cui ti prenderai cura? 

Sarò la bellezza che ripaga il lavoro dell’uomo.

Quante rose fresche nel tuo giardino? 

Quante appassite?

L’asfalto di un viaggio risponde ai quesiti 

che il tempo instilla e dissolve.

Alcune gemme non hanno schiuso aloni di fragola. 

Altre hanno fiorito aromi di geranio 

così gli insetti sono morti. 

Molte, le più numerose, colano miele. 

Gli orsi se ne cibano. 

Le colonie cercano acqua. 

I poveri cadono morti di sete. 

L’oasi remota di spine e bagni attende il prode.

L’illuso non trova la strada.

La sua jeep si è fusa. 

Gli uccelli saprofagi restano immobili.

Fissano la terra.

Chi scrive è il Destino 

che prolunga la mano e la voce 

della bocca santa.

Un poema, una prosa, un racconto

vengono dal colloquio notturno

col sangue dell’umanità.

Il nostro dialogo, mia carezza

è professionismo.

Non ferma l’amore, né la gioia 

di sbancare gli occhi attenti

painting: Pawel Kuczynski

206 views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*